Tag Archives: Emendamento Platt

Neoplattisti frustrati

Tra il 26 febbraio e il 2 marzo del 1901, gli organi legislativi e la Presidenza degli Stati Uniti si accordarono per ordire una trama infame: l’emendamento Platt.

Al debuttante imperialismo USA non bastava l’intervento nella guerra di liberazione sferrata dal popolo cubano per tre decenni per la sua indipendenza dal regime coloniale: doveva influire sulla nascita della Repubblica con l’imposizione di condizioni onerose per l’esercizio della sovranità.

Continue reading “Neoplattisti frustrati” »

Share Button

Cuba, Martí, Cuba

Ogni 24 febbraio Juan Gualberto Gómez, figlio e nipote di schiavi, alzava la bandiera cubana a Villa Manuela, la sua residenza nel quartiere Mantilla, a L’Avana, dopo la fine del colonialismo spagnolo. La stella solitaria in questa data così significativa sembrava il suo modo di dire che la sovranità di Cuba era un desiderio che non stato dimenticato.

Continue reading “Cuba, Martí, Cuba” »

Share Button

Helms-Burton, i sogni della bestia

La sospensione del Titolo III della Legge è stata contrassegnata dalle cause interposte da potenti partner commerciali, soprattutto l’Unione Europea

Mauricio Escuela www.granma.cu

Continue reading “Helms-Burton, i sogni della bestia” »

Share Button

Un secolo americano di brutale conquista oltremare

 iniziò nella baia di Guantanamo

Miriam Pensack,  https://theintercept.com – 4 luglio 2018

È una testimonianza della destrezza retorica dell’establishment di Washington che ha etichettato la baia di Guantanamo come la casa dei terroristi più pericolosi al mondo. I leader USA volevano, naturalmente, riferirsi alle centinaia di persone, non statunitensi, detenute nella base negli ultimi 16 anni. Ma uno sguardo più ravvicinato alla storia di Guantanamo narra un racconto diverso: quello in cui gli USA, a partire da 120 anni fa, questo giugno, usarono l’enclave nel sud-est di Cuba per lanciare decadi e decadi di conquista terrorista all’estero.

Continue reading “Un secolo americano di brutale conquista oltremare” »

Share Button

L’ignominia di un Emendamento e di una Base

L’IGNOMINIA DI UN EMENDAMENTO

A oggi, sono 117 anni che gli Stati Uniti hanno imposto a Cuba l’Emendamento Platt, un fatto che ha limitato la sovranità del paese imponendo quell’appendice alla Costituzione cubana, correva il 1901 e l’occupazione militare statunitense era un fatto compiuto dal 1898.

Continue reading “L’ignominia di un Emendamento e di una Base” »

Share Button

La dottrina Monroe (parte II e finale)

colonna vertebrale dell’imperialismo USA

 

Dalla fine del XVIII secolo furono espresse le intenzioni del potente vicino nordamericano sull’isola di Cuba per voce delle sue principali figure politiche.

Così, dal 1805, Jefferson espresse le sue intenzioni di impadronirsi di Cuba per ragioni strategiche. Nel 1823, il segretario di stato USA, John Quincy Adams, enunciò la sua teoria della “frutta matura”: “(…) Cuba, separata dalla Spagna, cadrà necessariamente nel grembo USA…”.

Continue reading “La dottrina Monroe (parte II e finale)” »

Share Button

Cubainformacion: i 115 anni di Guantanamo

Guantanamo: doppia vergogna mondiale consentita dai media

 

#EEUUFueradeGuantanamo e #DevuelvanGuantanamoaCubaYa! sono stati alcuni dei tag di Twitter che, il 23 febbraio, hanno ricordato i 115 anni di occupazione USA della Baia di Guantanamo a Cuba. Un fatto storico ignorato dalla grande stampa.

Continue reading “Cubainformacion: i 115 anni di Guantanamo” »

Share Button

Le pretese USA verso Cuba

Abel González Santamaría http://www.cubadebate.cu

Quest’anno commemoriamo il 150° anniversario delle guerre per l’indipendenza di Cuba, in un contesto in cui gli USA aumentano l’ostilità verso la Rivoluzione cubana e riprendono la Dottrina Monroe per giustificare la loro proiezione interventista dell’ “America per gli americani”. La strategia di “paziente attesa”, la concezione geopolitica del “destino manifesto” e la “politica della frutta matura” sono state trasmesse, di generazione in generazione, tra i gruppi di potere che hanno dominato i diversi governi USA dall’inizio del XIX secolo.

Continue reading “Le pretese USA verso Cuba” »

Share Button

Non c’è futuro senza passato

Qualcuno o alcuni non hanno detto la verità al  presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che questo sabato 20 maggio ha felicitato il popolo cubano per il giorno dell’indipendenza.

Continue reading “Non c’è futuro senza passato” »

Share Button

Guantanamo, la spina che lacera la sovranità cubana

http://italiano.prensa-latina.cu

guantanamo-bloqueoConseguenza di una storia centenaria di lotte per l’indipendenza piena, l’identità di Cuba e la nazione hanno oggi  in loro stesse una delle loro essenze nell’emancipazione, che viene assunta come una corrente d’azione e di pensiero.

Continue reading “Guantanamo, la spina che lacera la sovranità cubana” »

Share Button

Perché non siamo d’accordo?

José Luis Alonso Lanza http://razonesdecuba.cubadebate.cu

guanta-devolver-trumpMentre leggevo la traduzione in spagnolo della Direttiva Presidenziale per la Normalizzazione delle relazioni tra Cuba e USA, il mio sguardo si è concentrato sul paragrafo IV Panorama strategico, dove il presidente Obama afferma: “… Il governo USA non ha intenzione di modificare il trattato di locazione esistente e altre disposizioni relazionate alla Base Navale di Guantanamo, che permette agli USA di migliorare e preservare la sicurezza regionale”.

Continue reading “Perché non siamo d’accordo?” »

Share Button

Il peggior volto di Washington

Irasmy Peraza Forte http://www.granma.cu

guantanamo-infografiaIl centro di detenzione che ha installato il governo USA, nel territorio illegalmente occupato dalla Base Navale di Guantánamo, sarà ricordato come uno dei capitoli più bui della lunga storia di violazioni dei diritti umani made in Washington.

Durante l’amministrazione di George W. Bush, e la sua presunta crociata contro il terrorismo internazionale, le strutture della base cominciarono a ricevere centinaia di detenuti senza il dovuto processo, molti dei quali provenienti dalle prigioni segrete USA in paesi terzi.

Continue reading “Il peggior volto di Washington” »

Share Button

La storia: dimenticare e riniziare

Omar Segura https://enlamismacostura.wordpress.com

obama no olvidoDi recente è finita la breve visita del presidente Barack Obama, dopo essere trascorsi 88 anni da un fatto simile, anche se con protagonisti e contesti differenti.

Parlando ai rappresentanti della società civile a Cuba, questo 22 marzo, Obama, tra molte altre questioni, ha detto che non vuole rimanere intrappolato nella storia. Praticamente ratifica lo stesso concetto espresso in occasione del vertice di Panama e rifiutato da diversi presidenti latinoamericani. Ossia, che ci spinga ad assimilare quello che è successo come “dimenticare e riniziare”.

Continue reading “La storia: dimenticare e riniziare” »

Share Button

Cubainformacion: Pictoline

Cuba-USA in Pictoline: divertenti illustrazioni e innocenti sciocchezze o volgare propaganda?

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación TV

cubainformacionPictoline” è una popolare piattaforma in Internet che “propone semplificare le notizie di (…) attualità sotto forma di illustrazioni” (1).

Giunge, ogni giorno, a milioni di persone attraverso le reti sociali(2), e a migliaia di lettori di quotidiani digitali che riproducono le sue illustrazioni e caricature (3).

Continue reading “Cubainformacion: Pictoline” »

Share Button

Cubainformacion: media e Guantanamo

Come che Cuba accettò cedere la Base di Guantanamo? La distorsione della Storia trasformata in informazioni

José Manzaneda, coordinatore Cubainformación

guantanamo aquila USALa sezione TV del quotidiano spagnolo “El Pais” ha visitato la Base Navale di Guantánamo (1). Ma non per avvicinarsi agli orrori della prigione di alta sicurezza, ma per intervistare le/i cubane/i che, decenni fa, hanno deciso di rimanere e vivere nella Base e rompere con il loro paese.

Ma il più sorprendente del reportage è come il giornalista Carlos de Vega (2), -che, non a caso, fu per sette anni corrispondente di CNN Plus a Washington (3)- trasmetteva, senza batter ciglio, la storia ufficiale della Base di Guantanamo scritta…dai suoi occupanti.

Continue reading “Cubainformacion: media e Guantanamo” »

Share Button