Tag Archives: Orlando Gutiérrez Boronat

Cubainformacion: Avana come Gaza?

Gaza e l’Avana: l’amore per i bombardamenti della “dissidenza” cubana

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformación

La cosiddetta “dissidenza” cubana non ha dubbi sui suoi paradigmi di democrazia e libertà: sono Israele e Colombia.

I bombardamenti israeliani su Gaza hanno causato, in meno di una settimana, circa 200 morti tra la popolazione palestinese (1). Un quarto erano bambini/e. Hanno distrutto centinaia di case, centri educativi e sanitari. Israele ha persino fatto saltare in aria la sede di diverse agenzie di stampa occidentali (2). Eliécer Ávila, capo del gruppo “dissidente” cubano Somos +, lo giustificava così: “Se il popolo palestinese continua a essere in complicità con coloro che attaccano Israele in modo terroristico e codardo, allora, dopo non mi tirino fuori gente guarda! Hanno ucciso mia zia! Sì, sì, è che tua zia vive nello stesso edificio e salutava gente che girava con un razzo. Possa il razzo arrivare, Allah! Lascia che sparino il razzetto e che il drone veda da dove viene e che Israele risponda, affinché tu veda”(3).

Continue reading “Cubainformacion: Avana come Gaza?” »

Share Button

La verità che gli yankee non pubblicizzano

Arthur González https://heraldocubano.wordpress.com

Mentre gli USA sprecano ogni anno milioni di $ per cercare di rovesciare la Rivoluzione cubana, nel loro stesso paese la povertà e la disoccupazione crescono giorno dopo giorno, cosa di cui i suoi principali media non parlano, né si finanziano campagne per denunciare la realtà di quel capitalismo che pretendono vendere al mondo come il paradiso terrestre.

Continue reading “La verità che gli yankee non pubblicizzano” »

Share Button

Cubainformacion: e se fosse a Cuba?

E se a Cuba chiedessero un intervento militare internazionale negli USA?

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

“Chi è stata la prima persona al mondo a ricevere il vaccino contro il coronavirus?”, titolava un media del Perù, riferendosi a Margaret Keenan (1). Ma questa britannica non è stata la “prima persona”, né ha ricevuto “il vaccino”, ma uno di essi, lo statunitense Pfizer (2). In effetti, il vaccino cinese Sinopharm era già stato fornito ad un milione di persone (3) e quello russo Sputnik si è incominciato a somministrare tre giorni prima rispetto al Regno Unito (4). Niente che interessi alla stampa occidentale, se non per associarlo alle “mosse geopolitiche di Vladimir Putin” (5) o alle “ambizioni della Russia” (6).

Continue reading “Cubainformacion: e se fosse a Cuba?” »

Share Button

Promemoria agli ascari terroristi della Casa Bianca

In mezzo all’isteria controrivoluzionaria che sta consumando la mafia anticubana di Miami, ora acuita dall’umiliante sconfitta elettorale del suo padrino Donald Trump, un famigerato terrorista , di nome Orlando Gutiérrez Boronat, tra i tanti che vi brulicano, ha chiesto quasi a gran voce sulle reti social che il governo USA intervenga militarmente nel nostro paese.

Continue reading “Promemoria agli ascari terroristi della Casa Bianca” »

Share Button

USAID e Boronat contro il turismo a Cuba

L’Agenzia USA per lo Sviluppo Internazionale ha assegnato a un’organizzazione no-profit della Florida 97321 dollari per un programma chiamato “The Truth about Exploitation in Cuban Tourism”.

L’USAID ha concesso la sovvenzione alla Direttorio Democratico Cubano, o Dirección Democrática Cubana, il 5 novembre.

Continue reading “USAID e Boronat contro il turismo a Cuba” »

Share Button

Il multimilionario finanziamento all’industria anti-cubana ai tempi di Trump

Randy Alonso Falcón  www.cubadebate.cu

L’intensificata politica di blocco ed aggressione contro Cuba dell’amministrazione Trump, sintetizzata nelle 121 misure punitive adottate tra il 2019 ed il 2020, è stata accompagnata da numerose azioni e programmi sovversivi generosamente finanziati dal denaro del contribuente USA.

Nonostante gli annunci primari del presidente USA che avrebbe tagliato gli “aiuti” ed i programmi all’estero per concentrarsi su “Fare Grande l’America”, decine di milioni di $ sono stati investiti senza pudore  nella politica anti-cubana, in questi quattro anni.

Diverse indagini del giornalista Tracey Eaton per il suo Cuban Money Project rivelano dettagli significativi di questa industria della sovversione.

Continue reading “Il multimilionario finanziamento all’industria anti-cubana ai tempi di Trump” »

Share Button

Miami e Hialeah: politica culturale?

Per non perdere il corso anticubano attuale dettato dalla Casa Bianca, i sindaci di Miami e Hialeah si sono messi d’accordo e hanno adottato una politica culturale unica: nessun rapporto con artisti residenti nell’Isola più grande delle Antille. Né son, né rap, né reguetón, né salsa, né bolero, né rumba. Guerra fredda no, anzi calda, contro di loro.

Pedro de la Hoz 

Continue reading “Miami e Hialeah: politica culturale?” »

Share Button

Un Cuba libre per Bolsonaro

Secondo un comunicato della Cancelleria, l’estremista di destra Jair Bolsonaro, ha cancellato l’invito a Cuba e Venezuela, in modo che i rappresentanti di entrambi i paesi non partecipino alla sua investitura presidenziale la prossima settimana.

Elson Concepción Pérez  www.granma.cu

Continue reading “Un Cuba libre per Bolsonaro” »

Share Button

Cuba-USA: in scena i vecchi ragazzotti

Lázaro Barredo http://www.cubadebate.cu

Negli USA si è sempre lavorato alla preparazione di un piano sovversivo integrale contro Cuba adeguato agli eventi, con i suoi rami politici ed ideologici pubblici e le sue operazioni segrete per utilizzare tutti gli strumenti che siano necessari al fine di destabilizzare l’ordine interno nazionale e raggiungere gli obiettivi di distruggere la Rivoluzione.

Continue reading “Cuba-USA: in scena i vecchi ragazzotti” »

Share Button

Il bacio della morte

Il presidente Donald Trump, forse senza saperlo, venerdì scorso è entrato nelle fauci del lupo a Miami. Tra parassiti e delinquenti di bassa lega, il pubblico che si è riunito per ascoltare il suo annunciato cambio di politica verso Cuba, c’erano alcuni dei terroristi più noti dei questo emisfero, che godono il privilegio della libertà e la copertura del governo statunitense per aver lavorato agli ordini della Agenzia Centrale d’Intelligenza ( CIA).

Continue reading “Il bacio della morte” »

Share Button

Miami: crociere e consolato

La destra cubano-americana di Miami vuole annullare crociere ed impedire l’apertura del consolato

Edmundo García https://lapupilainsomne.wordpress.com

contra Ramon Saul Sanchez Rizo crucero2Le azioni della vecchia destra cubano-americana vanno legate a parole limitatrici della libertà: chiudere, impedire, cancellare, limitare. In questi giorni ne hanno messo in evidenza due. Su queste abbiamo parlato, questa settimana, nel nostro programma “La tarde se mueve” ed in questo articolo voglio riassumere alcune idee.

Continue reading “Miami: crociere e consolato” »

Share Button

Vecchi terroristi e ‘nuova’ dissidenza

Edmundo García https://lapupilainsomne.wordpress.com


la marcha es de todos terroristasCome ha annunciato in una recente conferenza stampa il ministro degli Esteri di Cuba, Bruno Rodríguez, il presidente Barack Obama arriverà domenica 20 a L’Avana, dove sarà ricevuto dalle autorità e dal popolo cubano. Lo stesso giorno visiterà siti storici della capitale, tra cui la Cattedrale, dove s’incontrerà con il cardinale Jaime Ortega.

Continue reading “Vecchi terroristi e ‘nuova’ dissidenza” »

Share Button

Contras: Messico come base d’operazioni

http://percy-francisco.blogspot.it

odca-kas

E’ iniziato giovedì 18 nella città di Cuernavaca, in Messico, la seconda edizione del Forum “Cammini per una Cuba democratica”. Un’iniziativa dell’Organizzazione Democratica  Cristiana  d’America (ODCA) e la Fondazione tedesco Konrad Adenauer, per formare controrivoluzionari cubani in tattiche mediatiche e politiche così come nell’addestramento nell’uso della tecnologia per destabilizzare il Governo di Cuba.

Continue reading “Contras: Messico come base d’operazioni” »

Share Button

Cubainformacion: bipolarismo yankee

Share Button

26000 $ paga il governo USA al ‘tiracalci’ di Panama

https://lapupilainsomne.wordpress.com

boronatRivela il blog ‘Along the Malecon’, del giornalista USA Tracey Eaton, che Orlando Gutiérrez Boronat, l’uomo che ha iniziato lo scontro nel parco Porras durante il Summit delle Americhe a Panama e che ora si sa fu inviato lì dalla congressista Ileana Ros-Lehtinen per provocare una situazione che impedisse l’incontro del presidente Barack Obama con il leader cubano Raul Castro,  incassa 26000 $ sovvenzionati dal governo USA. La moglie di Gutiérrez Boronat  -Janisset Rivero- riceve $ 53538.

Continue reading “26000 $ paga il governo USA al ‘tiracalci’ di Panama” »

Share Button